L'EQUILIBRISTA CIECA

Eliana Lista, "L'equilibrista cieca". Poesie

pp. 96, ISBN 978-88-94857-07-8, 12.00 Euro

Edizioni Esperdi, aprile 2017 

12,00 €
Tasse incluse

Il libro: Fluidi e impegnati scorrono i versi Eliana Lista, poesie intessute di sé e del suo mondo, suddivise in quattro sezioni. "Le mie Marte" raccoglie le poesie dedicate alle donne, quelle importanti della sua vita ma anche quelle sconosciute. "Le mie terre" dà il titolo alla sezione in cui Eliana parla di luoghi fisici come il Salento, ma anche mentali. Le poesie dedicate ai sentimenti sono racchiuse nella sezione "D'Amore", infine "Cronico Quotidiano" dove trovano posto riflessioni in versi sul nostro tempo. Scrive Mauro Ragosta, che ha curato l'introduzione, che il volume "è il risultato di un'aspra battaglia tra il suo raziocinio, vincente, e la sua anima anelante la vita eroica, sentimentale e forse anche romantica, messa quasi sempre a tacere. Qui, di fatto, il corto circuito che la pone in una sospensione incolore e che la fa apparire quasi estranea a se stessa, alla vita, in una prospettiva di assente spettatrice". (In copertina: Mirella Raganato: "L'equilibrista cieca" 2016, tecnica mista).

L’autrice. “Partenope mi fece Lupiae mi tenne” così Eliana Lista condensa il suo vissuto. Nata a Napoli, vive a Lecce da trent’anni convivendo in e con queste due terre che hanno profondamente segnato il suo pensiero, la sua scrittura, il suo lavoro di insegnante. Due terre e due anime dunque, che convivono anche se non sempre serenamente perché molto più dissimili di quello che si potrebbe pensare ma entrambe, seppur diversamente, continuano ad arricchirla mostrandole sempre nuovi aspetti di se stesse. Autrice di racconti brevi oltre che di poesie, pubblica sul web anche con lo pseudonimo di Nemesiel e solo ultimamente ha partecipato a concorsi letterari: ha vinto il Primo Premio al concorso “Effetto donna” nel 2013 a Roma, il Primo Premio per la poesia inedita nonché vincitore assoluto, al Premio Vitruvio di Lecce del 2016.