SOLITUDINI A SUD DELLA TUA LUCE

Pina PETRACCA, “Solitudini a Sud della tua luce

pp. 168, ISBN 978-88-94857-15-3, 13.00 €,

Edizioni Esperidi, giugno 2017

 

13,00 €
Tasse incluse

Il libro: Incessanti sono le domande che la donna e poetessa Pina rivolge alla luna, intessendo con essa un dialogo fatto di sguardi e versi. La raccolta è articolata in ripartizioni di tematiche sulle quali è uniforme la visione sconfortata e vagamente pessimistica della scrivente. L’eterna lotta tra il bene e il male sembra dominare il verseggiare lirico e musicale di queste poesie, in un costante ripetersi di luci e ombre. E speranze. (Foto di copertina, Fotovideo Emmelle)

 

L’autore: Pina Petracca, insegnante di Laboratorio di Chimica presso l’I.I.S.S. “Don Tonino Bello” di Tricase, è nata a San Cassiano e vive a Surano, in provincia di Lecce.

Nel 1999 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Inno alla vita” (Liber Ars ed.) e nel 2007 il volume “L’Antidoto” (Carra ed.). Nel luglio del 2013 la pittrice Laura Petracca pubblica il libro “Il senso dell’incanto” (Libellula ed., con prefazione dell’attrice Paola Pitagora) in cui sono raccolti i suoi dipinti e le poesie di Pina ad essi ispirate.

Oltre ad essere intervenuta a diversi reading di poesia, Pina Petracca ha partecipato a concorsi letterari nazionali conseguendo in varie occasioni menzioni speciali e premi, tra cui: vincitrice assoluta per la sez. Poesia al “Lecce ART FESTIVAL” nel 2006, con la poesia “Il volo” presentata per l’occasione dall’attore Sebastiano Somma e trasmessa su Rai 1; vincitrice assoluta per la sez. Libro edito al Concorso di “Edizione Creativa” di Torre del Greco (NA) nel 2009, con il volume “L’Antidoto”; finalista al “Premio Letterario Nazionale Nabokov” per la sez. Poesia edita nel gennaio 2014, con il libro “Il senso dell’incanto” realizzato con la pittrice Laura Petracca.

Pina Petracca ha ricevuto inoltre il I° Premio sez. Poesia al Concorso Nazionale “Umberto Bozzini” a Lucera (FG) nel giugno 2014, ed è stata premiata in presenza dell’attore Michele Placido dal giornalista RAI Sergio De Nicola e da una Commissione Giudicatrice composta tra gli altri anche dal giornalista Raffaele Nigro.