DI TEMPO VELOCE, DI FLEBILE VOCE, D'AMORE FUGACE

Piero Tafuro, “Di tempo veloce, di flebile voce, d’amore fugace”

pp. 96, ISBN 978-88-94857-36-8, 12.00 €

Edizioni Esperidi, novembre 2017

ESAURITO PRESSO L'EDITORE

12,00 €
Tasse incluse


Il libro: Dopo la silloge poetica “I treni che volano passano sempre all’alba” (Esperidi 2014) Piero Tafuro ritorna con nuove poesie, nuovi versi in cui prosegue il suo viaggio all’interno di se stesso ma anche per le vie del mondo. Il tema principe di questa raccolta è sicuramente l’amore, visto e descritto nelle sue tante sfaccettature. Una poesia matura, quella di Tafuro, che ama sempre ripiegarsi su se stessa per poi dipanarsi, svolgersi e aprirsi ai temi sempiterni quali il tempo, l’inizio, la fine. Di ogni cosa.

(immagine di copertina di Annalisa Macagnino).

 

L’autore: Piero Tafuro vive a San Pancrazio Saletino (Br); è istruttore tecnico dell’Ufficio Ecologico presso la Provincia di Brindisi. Ha pubblicato Storie di uomini, sogni e... polvere (s.e. 2003), Con gli occhi di un apprendista barbiere (s.e. 2005), Tracce (s.e. 2010), I Treni che volano passano sempre all’alba (Ed. Esperidi 2014). Con le sue poesie ha vinto numerosi premi e riconoscimenti.